Accesso ai servizi

Lunedì, 16 Marzo 2020

CORONAVIRUS


CORONAVIRUS : ULTERIORI MISURE – Decreto P.C.M. 11 marzo 2020


Il Presidente del Consiglio ha annunciato nella serata di mercoledì 11/3/2020, un nuovo decreto con ulteriori misure restrittive in tutta Italia in vigore dal 12 al 25 marzo 2020.


La regola madre è sempre la stessa: limitare gli spostamenti ai soli casi di necessità (ad es. fare la spesa), per lavoro o per salute.


Chiuse tutte le attività commerciali di vendita al dettaglio, eccetto generi alimentari, di prima necessità, farmacie e parafarmacie; non è necessaria nessuna corsa per l’acquisto di generi alimentari. Una lista completa del commercio al dettaglio autorizzato all’apertura è presente nell’allegato 1 del decreto 11 marzo.


Chiudono anche negozi, bar, pub, ristoranti (possibili le consegne a domicilio), pasticcerie, gelaterie, parrucchieri, centri estetici, mense (se non possono far rispettare le distanze minime).


Garantiti i servizi pubblici essenziali, trasporti e pubblica utilità, postali, finanziari, bancari e assicurativi e le attività accessorie ai settori rimasti in attività.


Aperti edicole, tabaccai e distributori di carburante, lavanderie e tintorie (per un elenco completo fare riferimento all’allegato 1 e 2 del decreto), e gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande delle stazioni, aeroporti, sulle autostrade, negli ospedali.


Gli effetti, ha proseguito il Presidente Conte, si vedranno non subito, ma tra un paio di settimane.


Nominato un Commissario delegato per potenziare la risposta delle strutture ospedaliere, dott. Domenico Arcuri.


Il Presidente Conte ha concluso “Se saremo tutti a rispettare queste regole, usciremo più in fretta da questa emergenza. Il Paese ha bisogno della responsabilità di ciascuno di noi, della responsabilità di 60 milioni di italiani che quotidianamente compiono piccoli, grandi sacrifici. Per tutta la durata di questa emergenza. Siamo parte di una medesima comunità. Ogni individuo si sta giovando dei propri ma anche degli altrui sacrifici. Questa è la forza del nostro Paese. Una comunità di individui come direbbe Norbert Elias. Rimaniamo distanti oggi, per abbracciarci con più calore, per correre più veloci domani. Tutti insieme ce la faremo.”.


 


Il testo completo del discorso sul sito del Governo


Pubblicato il testo del decretodisponibile anche in Gazzetta Ufficiale


Una raccolta delle norme sinora emesse è presente sul sito della Gazzetta Ufficiale


MODULO di AUTOCERTIFICAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI (link a sito esterno)


Ricordiamo ancora:


Queste le misure igienico-sanitarie (DPCM 08 marzo 2020, allegato 1):
a) lavarsi spesso le mani.
b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
c) evitare abbracci e strette di mano;
d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.